Residenza SValpolicella

Il progetto ha riguardato il completamento e la ristrutturazione di un fabbricato degli anni '60 lungo la strada che collega Pescantina a Verona. L'oggetto principale era un nuovo corpo scale coperto che garantisse un accesso protetto al primo piano; se da un lato vi poteva essere un approccio mimetico, dall'altro non si poteva che segnare con un nuovo elemento di testata il rinnovo del fabbricato.

Dimensioni:
80 m²
Anno:
2010
Credits:
Photo Studio mb²

L'intervento di piccole dimensioni ha previsto la realizzazione di una nuova scala esterna coperta un volume a tetto piano. La casa è stata ristrutturata parzialmente nella piccola corte esterna, nel bagno al primo piano e nel disimpegno che collega le altre stanze al bagno stesso. Il concept di progetto è stato quello di realizzare nel corridoio distributivo una boiserie a tutta altezza che nascondesse, tramite una serie di ante uguali, sia i vani contenitori sia la porta di accesso al bagno. Tale ambiente è stato progettato secondo due assi ortogonali ruotati che hanno permesso di sfruttare il lato lungo verso la finestra per il mobile portalavabo, e quello più corto per una grande doccia. La scelta è stata quella di utilizzare pochi materiali come la quarzite a casellario, lavorata in diversi sistemi, l'acciaio per la rubinetteria e gli accessori, il Corian® sia per il piano portalavabo, che per la doccia, lo zoccolino del mobile e il battiscopa filomuro.

prospetti laterali

L'intervento di piccole dimensioni ha previsto la realizzazione di una nuova scala esterna coperta un volume a tetto piano. La casa è stata ristrutturata parzialmente nella piccola corte esterna, nel bagno al primo piano e nel disimpegno che collega le altre stanze al bagno stesso. Il concept di progetto è stato quello di realizzare nel corridoio distributivo una boiserie a tutta altezza che nascondesse, tramite una serie di ante uguali, sia i vani contenitori sia la porta di accesso al bagno. Tale ambiente è stato progettato secondo due assi ortogonali ruotati che hanno permesso di sfruttare il lato lungo verso la finestra per il mobile portalavabo, e quello più corto per una grande doccia. La scelta è stata quella di utilizzare pochi materiali come la quarzite a casellario, lavorata in diversi sistemi, l'acciaio per la rubinetteria e gli accessori, il Corian® sia per il piano portalavabo, che per la doccia, lo zoccolino del mobile e il battiscopa filomuro.

immagini di cantiere