Residenza BGValpolicella

Il progetto ha riguardato un rustico in un piccolo paese della Valpolicella. La ristrutturazione ha riguardato un fabbricato costruito agli inizi del Novecento, senza particolari elementi decorativi di interesse. L'aspetto principale è stato quello di cambiare la posizione della scala di accesso alla zona notte per rendere completamente fruibile la zona giorno.

Dimensioni:
190 m², complessivi
Anno:
2012
Credits:
Photo Studio mb²

La ristrutturazione del manufatto si è strutturata in fasi successive: dapprima il rifacimento del tetto e la sistemazione dei prospetti, poi il recupero delle stanze interne. La zona giorno è stata liberata dalla scala centrale, che separava gli ambienti e di cui rimane una traccia, che sotto ad un cristallo calpestabile racconta la storia della casa. La pavimentazione in pietra di Prun rosa e bianca è stata studiata per costruire un ritmo apparentemente casuale, lasciando così ampie possibilità per la scelta dell'arredamento e per la sua collocazione. Il volume che contiene la scala non tocca il soffitto, permettendo la percezione dell'ampio spazio e dando la possibilità di espandersi alla luce indiretta che proviene dalla vetrata. I riquadri nei muri perimetrali vanno ad incorniciare la tessitura del muro in sasso, tipico del luogo e in un caso si pongono a sfondo della scala in legno di collegamento al primo piano in cui trovano posto le camere mansardate e il bagno di servizio.

living Il cristallo a filo pavimento consente di vedere, quasi come fossero reperti, i gradini consunti della scala. La porta scorrevole nasconde l'accesso a piccolo bagno di servizio e la scala che porta al piano inferiore.

vista esterna L'esterno è stato ristrutturato in una prima fase, grazie ai contributi ottenuti dal committente.

particolari La facciata principale è stata tinteggiata nella prima fase dei lavori, inserendo un decoro geometrico che sul prospetto principale.

particolari Alcuni dettagli geometrici con la creazione della nicchia dedicata ad arredi Pastoe

particolari Il mobile del bagno laccato bianco opaco come il piano lavabo in Corian. Rivestimenti in resina

particolari Alcune vecchie porte sono state restaurate e hanno preso nuova vita come chiusura per la dispensa della cucina.

particolari Le camere mantengono la tradizionale copertura in legno con tetto a due falde; la scala che scende al livello inferiore entra nella volta a botte che non è stata modificata.

particolari La fine della scala in legno, realizzata da artigiani locali, è contro una volta a botte in sasso. Diventano interessanti i contrasti fra la tessitura muraria e la linearità del legno.

Pianta Particolare del cristallo a filo pavimento che lascia vedere la scala preesistente di fine '800

particolari Si tratta di uno dei borghi meglio conservati della Valpolicella, dove è ancora possibile leggere lo sviluppo urbano lungo la strada principale.